News

La Sterlina d’oro del 2017 celebra il 200° anniversario della Sterlina moderna. Per celebrare questa speciale ricorrenza le monete coniate quest’anno hanno una particolare punzonatura a forma di scudo posta sotto la figura di San Giorgio e il drago, la famosa incisione opera dell’italiano Benedetto Pistrucci. Il dritto raffigura il quinto ritratto della Regina Elisabetta, opera di Jody Clark.

Ricordiamo le caratteristiche della Sterlina d’oro: Peso lordo: 7,9880 grammi Titolo di purezza: 916.66‰ (22 carati) Oro Puro contenuto: 7.3223 grammi

Tra alti e bassi l’oro nelle ultime dieci settimane ha guadagnato il 12%. Settimana scorsa ha rallentato la corsa in dollari/oncia, ma non in euro. Calo comunque dovuto in buona parte alle prese di profitto di fine mese degli investitori.

Dopo l’euforia iniziale basata sulle promesse elettorali del presidente Trump, i mercati hanno un po’ raffreddato il loro entusiasmo, si sono resi conto che un 27.3.17abbassamento delle tasse mal si concilia con il debito di 20.000 miliardi di dollari (il rapporto debito/PIL è al 102%): le spese per le infrastrutture e gli sgravi fiscali come potrebbero essere compensati? E dunque l’oro torna ad essere l’ancora di salvezza. Devono pensarla così anche in Alto Adige se, come scrive il «Dolomiten», la vendita di lingotti d’oro è aumentata del 240% nell’ultimo anno! Sono destinate al mercato di Dubai le scarpe d’oro, le prime al mondo, fabbricate da una ditta torinese. Il prezzo? 25000 euro. La notte del 26 marzo è stata rubata al Boden Museum di Berlino la più grande moneta d’oro al mondo, la Big Maple Leaf: valore 3,7 milioni di euro. La quotazione massima dell’oro in dollari/oz è stata di 1261,04 lunedì 27 e la minima di 1240,79 venerdì 31; il dollaro è stato scambiato a 1,0899 lunedì 27 e a 1,0651 venerdì 31.

Sapete da dove deriva il detto «Il mattino ha l’oro in bocca»? Cercando in rete abbiamo scoperto che questo modo di dire deriverebbe da un’antica tradizione siciliana.

«La notte precedente la festa di fidanzamento della figlia maggiore in una famiglia, questa nascondeva nella bocca di uno dei “mascheroni” delle fontane del paese uno dei gioielli, solitamente d’oro, donatile dalla nonna materna. La mattina successiva le ragazze nubili del paese andavano a caccia del gioiello (che secondo la convinzione popolare avrebbe condotto a un rapido fidanzamento), con diritto a tenerlo per sé. Ovviamente chi si alzava prima aveva maggiori possibilità di trovare il gioiello nella bocca del “mascherone” della fontana prescelta». fontana Nessuno oggi si sognerebbe di nascondere in giro gioielli d’oro, ma l’accezione con la quale il detto è comunemente conosciuto ed utilizzato, ovvero che alzandosi di buon ora si possono fare tante cose, è sempre valido!

E’ notizia di pochi giorni fa di un’operazione della Guardia di Finanza di Pavia che ha proceduto all’arresto di due persone con l’accusa di truffa, riciclaggio, abusiva raccolta del credito e utilizzo di marchi mendaci. I due personaggi avevano un’attività con sede a Voghera alla quale avevano dato un nome molto simile a quello di una nota società operante nel campo dei metalli preziosi e proponevano ai privati di investire in oro promettendo lauti guadagni. Copia di WEBIn pratica, sospettano gli inquirenti, il solito «schema Ponzi» attraverso il quale sarebbero riusciti ad intascare diversi milioni di euro.

Sarebbe bastato navigare pochi minuti in Rete per rendersi conto che questa ditta non era autorizzata dalle competenti autorità ad operare nei termini proposti e che la “vera” società già lo scorso dicembre, sul suo sito, aveva avvisato il pubblico del fraudolento utilizzo del suo nome. Come tutte le cose anche Internet ha dei lati positivi e dei lati negativi, ma, con un po’ di attenzione (e se devo rischiare dei soldi porre un po’ di attenzione dovrebbe essere il minimo!), si possono reperire tutte le informazioni che possono metterci al riparo da brutte sorprese. Per quanto riguarda la 8853 S.p.A., ad esempio, si poteva sapere che operiamo da più di 60 anni nel campo dei metalli preziosi, che siamo «operatori professionali» autorizzati dalla Banca d’Italia (codice n. 5000211), che abbiamo un marchio d’identificazione (1748MI), che siamo certificati ISO e TUV, che siamo membri del «Responsible Jewellery Council» (RJC). Insomma che abbiamo tutti i requisiti ufficiali, le qualità e le capacità per proporre un investimento in oro, sia attraverso l’acquisto di lingotti che tramite il nostro Piano d’Accumulo. Con OroVilla i propri soldi sono al sicuro!

Contatti

© 2017 PIANETA ORO srl | 3/D, Via Diaz - 73100 Lecce (LE) - Italia | P.I. 04111840759 | Tel. +39 0832 242531 | Fax. +39 0832 242531 | pianeta-oro@libero.it info@pianetaorolecce.com designed by Visibility On Web